Aug
28
2017

Linz e Salisburgo

Bianca, Davide, Sebastian e Valeria sono i quattro protagonisti dello stage fotografico organizzato da Cewe in collaborazione con Interrail, Leica e Huawei. Grazie ad un pass Interrail che gli permetterà di viaggiare in tutta Europa, un nuovo Huawei P10 e una fotocamera Leica ci racconteranno le loro esperienze e sensazioni tramite l’ausilio di articoli e fotografie. Lasciati conquistare dal loro entusiasmo… seguili in questa avventura!

Dopo aver visitato quattro capitali di fila è arrivato il momento di andare alla scoperta di città più piccole, permettendo così alle nostre gambe di riposarsi un po’. Partiti da Budapest rientriamo in Austria, diretti verso Linz, la terza città austriaca per popolazione e capoluogo dello stato federato dell’alta Austria (Oberösterreich). Linz è un piccolo centro che sorge su entrambe le rive del Danubio, dopo la seconda guerra mondiale esso ne divideva il controllo sovietico e americano. Il centro storico è sulla sponda sud, li si trova anche la stazione ferroviaria dove siamo arrivati. Ci sono bastate due giornate per esplorare la città, purtroppo per noi non abbiamo avuto lo spazio necessario per visitare musei come il Lentos, un museo d’arte contemporanea con illuminazione colorata lungo la sponda sud. Oppure l’Ars Electronica Center, dedicato all’elettronica e alle installazioni virtuali e interattive, anch’esso ha una illuminazione colorata ed è sulla sponda nord, quella che una volta era nel confine sovietico.

Visita alla Galleria Hartlauer

Ci è piaciuto molto invece essere saliti sulla collina di Postlinberg con il trenino Postlingbergbahn, ferrovia a scartamento ridotto famosa per la pendenza che riesce a superare. Lì sopra siamo stati ospiti della signora Hartlauer, colei che gestisce la famosa Hartlauer Gallerie, una delle gallerie fotografiche più importanti dell’Austria. È stata veramente un’occasione unica aver potuto ammirare cosi tante e belle fotografie tutte insieme. Cewe è uno degli sponsor principali della galleria, le foto infatti sono tutte stampate dall’azienda che ci tiene a sostenere gallerie e istituzioni importanti come la Hartlauer. La parte più importante che Cewe ha fatto per questa galleria sono decisamente le foto stampate con un materiale resistente all’acqua, fatte apposta per essere esposte all’esterno dell’edificio. Alla fine della nostra visita la signora Hartlauer ci ha gentilmente spiegato come avviene il processo di scelta delle foto prima di ogni mostra, inoltre ci ha omaggiato con due bellissimi libri fotografici, un fantastico regalo che non vedremo l’ora di sfoggiare una volta tornati a casa.

Alla scoperta di Salisburgo

Terminata la nostra breve permanenza a Linz, abbiamo attraversato la campagna austriaca fino all’affascinante città di Salisburgo. Durante il viaggio abbiamo avuto la fortuna di ammirare imponenti montagne e laghi dalle acque incontaminate. Questa meravigliosa città barocca è da sempre sinonimo di musei, musica e naturalmente, Mozart; il centro è inoltre indicato come patrimonio dell’UNESCO e offre tantissime di attrazioni per i turisti. Abbiamo dedicato il primo pomeriggio alla visita della città vecchia, dove abbiamo potuto ammirare la magnifica cattedrale, la sala del Festival e l’Abbazia di S. Pietro.

Infine ci siamo diretti verso la fortezza di Hohensalzburg, uno dei simboli principali, situata sopra la parte più alta del Mönchsberg, essa domina la città da oltre 120 metri di altezza. Per arrivare in cima si può prendere la funicolare oppure come abbiamo fatto noi, percorrere una passeggiata panoramica con punti molto interessanti per qualche fotografia. La nostra prima giornata a Salisburgo si è conclusa così, osservando il tramonto dalla cima della fortezza, un bellissimo spettacolo che consigliamo di vedere a chiunque venga in città durante il periodo estivo.

Visita alla Leica Gallery di Salisburgo

Il secondo giorno ci aspettava una visita molto importante alla Leica Gallerie di Salisburgo, una delle dodici gallerie al mondo del famoso brand di fotografia, dedicata solamente alle esposizioni. Siamo stati accolti da un funzionario Leica che ci ha illustrato il tema dell’esposizione presente in quel periodo, spiegandoci anche come poter ottenere un posto alle nostre foto in una delle tante gallerie. È stato divertente poter sognare ad occhi aperti una nostra fotografia esposta in una delle dodici gallerie, credo non sia solo il nostro sogno ma quello di molti fotografi.

Il Giardino di Mirabell

Finito l’incontro siamo tornati nel centro città per vedere le ultime cose che ci mancavano. Come prima tappa abbiamo scelto il Giardino di Mirabell, una delle grandi attrazioni del posto, un’immensa distesa di fiori con fontane dislocate in punti diversi. Risalente alla fine del ‘600 è uno dei più bei giardini barocchi d’Europa, ha infatti molteplici spazi tra cui: il Giardino dei Nani, il Grand Parterre e la Collina delle Rose; inoltre dalla posizione privilegiata che si ottiene nei giardino, abbiamo potuto godere di una vista mozzafiato sull’imponente fortezza di Hohensalzburg, uno dei castelli più grandi d’Europa.

Dopo soli due giorni lasciamo Salisburgo, anche qui la nostra permanenza è stata breve in modo tale da poter fare un’altra tappa prima della fine del nostro fantastico viaggio. La nostra prossima destinazione è un’altra importante città austriaca, molto famosa per essere meta di tanti studenti: Innsbruck stiamo arrivando!

Scopri di più su Instagram...

my_phototour_instagram_desktop

Testo di Bianca del Balzo – Fotografie di Davide Mandolini e Bianca del Balzo

Lascia un Commento